Home / Magazine /

Piermarini Lighting Project: un progetto per la città di Milano

Piermarini Lighting Project: un progetto per la città di Milano

03/10/2022

Il progetto per l’illuminazione dello scalone monumentale del Palazzo Reale di Milano, opera di Giuseppe Piermarini, si caratterizza per una serie importante di simbologie che travalicano l’aspetto meramente architettonico e del disegno industriale illuminotecnico, perché l’intervento di Panzeri, sotto la supervisione di Enzo Panzeri, maestro-artigiano e designer (che sarebbe piaciuto moltissimo all’Autore) si configura come la creazione di un vero “luogo urbano” per la cultura.
Per la prima volta nella storia recente dell’antica architettura l’intervento progettuale è stato studiato con una serie di corpi illuminanti ad hoc, dunque studiati per quel particolare luogo, e in grado di creare le relazioni tra neoclassico e contemporaneo, come in un dialogo stilistico e storico tra momenti diversi ma consequenziali.

L’estetica del Piermarini Lighting Project, non concede nulla al formalismo estetico proprio come il segno scientifico ed essenziale del Progettista, pochi segni per giungere al centro perfetto dell’espressione, sia nelle leggere forme tubolari che rovesciano le modanature delle colonne in bassorilievo presenti alle pareti, sia quando illuminano una partizione molto precisa dello spazio dinamico del percorso che conduce, dal Cortile all’ingresso degli spazi espositivi.

Un progetto per la Città, per dare all’elemento illuminotecnico quella magia che trasforma l’architettura in luogo monumentale, simbolico, identitario.

E’ molto importante avere avuto dalla Soprintendenza la disponibilità e la sensibilità in grado di esprimere queste nuove dialettiche storiche ed estetiche, senza dover rinunciare alla potenza comunicativa della contemporaneità, ma mantenendo inalterata la capacità evocativa dell’Antico, e in questo caso l’enorme lavoro di Piermarini a Milano, rappresenta la nascita di uno stile, la creazione di una modalità estetica ed etica tutta milanese.

Dunque per noi è un grande onore e una profonda soddisfazione aver contribuito a sottolineare la forza espressiva dell’architettura pre-esistente, e dopo centinaia di anni, dando un contributo culturale per rendere ancora più stimolante la percezione di questo significativo spazio pubblico nel cuore di Milano.

Per il passato da illuminare, per il presente da ammirare, per il futuro da immaginare.

Potrebbero interessarti anche